Alunni di Vignolo premiati per l'evento "Amici Speciali – un Mosaico di Classe!" Stampa E-mail
Scritto da Simone Mandrile   
Martedì 29 Maggio 2018 00:00

I bambini della scuola primaria sono risultati vittoriosi grazie a opere creative collettive sulle tematiche di un significativo progetto promosso da Autismo Help Cuneo

Sabato 19 maggio, gli alunni e i docenti della Scuola Primaria di Vignolo si sono recati a Mondovì, presso i locali di Cascina Nibal, per festeggiare insieme la vittoriosa partecipazione alla II° Edizione di "Amici Speciali – un Mosaico di Classe!", iniziativa organizzata da Autismo Help Cuneo, Associazione in difesa dei soggetti autistici e a sostegno delle famiglie.

I bambini dell'intero plesso hanno ricevuto un doppio riconoscimento: si sono classificati terzi per la categoria Scuola Primaria, con l'opera "Il nostro giardino dell'Amicizia", e hanno anche ottenuto il premio speciale "Tutti per uno, uno per tutti", per aver partecipato con il più alto numero di classi/sezioni e con il più alto numero di opere e di idee creative, dimostrando un forte spirito di condivisione della tematica oltre i confini della singola classe.

Gli elaborati vincenti sono nati da un significativo percorso di inclusione e di spirito solidale, attivato dai docenti, fin dai mesi di febbraio e marzo, grazie all'adozione di un progetto ideato da Autismo Help Cuneo con la collaborazione del C.A.S.A. (Centro Autismo e Sindrome di Asperger), diretto dal Dr. Arduino e patrocinato dal MIUR.

Le attività si sono snodate attraverso la lettura e la riflessione condivisa del libretto "Amici Speciali", che l'associazione ha offerto gratuitamente a tutti gli allievi per sensibilizzarli sulla tematica della neurodiversità e, in particolare, della sindrome autistica.

Il testo, emotivamente coinvolgente, vuole diffondere la storia vera di un alunno affetto da disturbi del comportamento. Una trama scritta in forma semplice, per spiegare con veridicità e naturalezza le difficoltà del protagonista, ma anche le sue risorse, le sue qualità e i modi speciali con cui lo si può aiutare. Un libro sottile, che sa raccontare molto, invocando al rispetto, al riconoscimento dell'originalità di ognuno e all'amicizia.

I docenti hanno poi scelto di aderire anche all'iniziativa interattiva per le scuole intitolata "Un Mosaico di classe", pensata da Autismo Help Cuneo per stimolare i piccoli alla produzione di elaborati creativi collettivi che siano simbolo di spirito di gruppo, unione e aiuto reciproco.

Grazie alle opere prodotte insieme, infine, gli allievi hanno meritato il concreto riconoscimento durante la giornata di premiazione dell'evento, ma hanno soprattutto vinto per aver compreso la bellezza e la grandezza dell'amicizia, che diventa davvero speciale quando viene donata gratuitamente a chi è in difficoltà, attraverso l'accoglienza, il rispetto e l'inclusione autentica e gioiosa di tutti.

1

2

 
La scuola incontra "Amico Sport Cuneo" Stampa E-mail
Scritto da Simone Mandrile   
Martedì 22 Maggio 2018 05:45

L'Istituto Comprensivo di Cervasca ha ospitato personale esperto e volontario di una importante associazione sportiva dilettantistica cuneese che esalta lo sport inclusivo e solidale

Le classi quarte e quinte primarie, insieme con i ragazzi di prima e seconda della scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo di Cervasca, hanno beneficiato di un percorso privilegiato sulla scoperta dei servizi territoriali di esaltazione dello sport per diversabili, permesso dalla disponibilità gratuita di due esperte dell'Associazione di volontariato e sportiva dilettantistica Amico Sport Cuneo: la Presidente Cristina Bernardi e la volontaria Valentina Sechi.

Gli incontri, con date diversificate per ogni scuola, si sono susseguiti dal 2 al 21 maggio, e hanno coinvolto bambini e ragazzi nella presentazione dell'associazione, che opera sul territorio cuneese dal 1994, promuovendo attività ludico – motorie e sportive a favore di soggetti con disabilità di tipo intellettivo, con il fine di migliorarne la qualità della vita e di attivare la partecipazione di tutti all'interno di una squadra.

Attraverso la proiezione di video e foto, le esperte hanno suscitato lo stupore degli alunni, mostrando atleti diversabili, che, grazie alle loro "diverse abilità", vivono lo sport con entusiasmo, determinazione e successo.

Tra gli argomenti pregnanti delle lezioni, sono emerse le riflessioni sull'importanza dell'aiuto, della disponibilità verso l'altro e dello spirito di "fair play", ossia del senso etico e del rispetto, nei momenti di gioco e attività sportiva così come nella vita tutta.

Non sono mancati i riferimenti specifici allo Special Olimpics, sorto negli Stati Uniti con l'obiettivo di utilizzare lo sport come abbraccio e valorizzazione delle persone diversabili, e ai Giochi Olimpici, gare in cui gli sportivi possono realizzare una "condivisione delle esperienze" e confrontare le proprie abilità con gli atleti di tutto il Mondo.

Le riflessioni si sono rivolte anche all'importanza della divisa, mezzo indispensabile e primario per essere parte di un gruppo, e per sentirsi riconosciuti nella propria individualità e specialità.

Gli alunni sono poi stati informati sulla specificità di Amico Sport, che promuove squadre "unified" (unificate), ossia costituite da persone disabili e non, che realizzano gruppi veri, senza limiti, per uno sport solidale e inclusivo, dove la sensibilità verso l'altro e l'amicizia costituiscono la vera vittoria del gioco o della competizione.

Gli incontri, di alto valore formativo, si sono conclusi regalando un messaggio, forte e significativo, sull'importanza della determinazione, della grinta e della resilienza, attraverso la lettura commentata del motto dell'associazione: "che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze" (tratto dal Giuramento dell'Atleta, Special Olimpics Italia).

FOTO AMICO SPORT

 
Bimbi dell'infanzia alla scoperta delle emozioni Stampa E-mail
Scritto da Simone Mandrile   
Venerdì 18 Maggio 2018 17:00

Gli alunni delle scuole dell'infanzia dell'Istituto Comprensivo sono stati coinvolti in progetti di musicoterapia e di drammatizzazione per imparare a scoprire le emozioni proprie e altrui

Lunedì 14 maggio, docenti e alunni del primo e del secondo anno delle scuole dell'infanzia di Cervasca, Vignolo e S. Croce di Cervasca si sono recati al Teatro Toselli di Cuneo, per assistere allo spettacolo "Mostrami i mostri", ideato e inscenato, con grande capacità artistica e con innovative varietà di forme espressive, dalla compagnia teatrale Il Melarancio.

I bambini, fortemente coinvolti e attratti dalla rappresentazione, sono stati accompagnati dai protagonisti della storia, Nella e Renè, in un curioso ed emozionante viaggio alla scoperta del contenuto di uno strano scatolone...tutto pieno di mostri, esseri bavosi e dentati, nasi monelli e tanto altro ancora. Un viaggio nella paura, rappresentata da figure mitologiche classiche, ma anche dalle moderne inquietudini che i piccoli debbono affrontare per diventare grandi.

Nei giorni successivi all'evento, i medesimi artisti ed esperti della compagnia teatrale, Jimmi e Giuseppe Basilotta, Gaia Marlino e Jacopo Fantini, hanno realizzato laboratori di rielaborazione dello spettacolo, coinvolgendo gli alunni in travestimenti e situazioni sceniche, e permettendo loro di divenire piccoli attori per un giorno.

L'avvenimento, particolarmente gratificante per i bambini, è stato parte di un importante e allargato progetto, finalizzato allo sviluppo dei potenziali comunicativi e delle capacità espressive dei bambini, attraverso il coinvolgimento attivo e libero delle loro emozioni.

Due i fili conduttori del percorso, rispettivamente intitolati "Noi insieme...stiamo bene!" e "A Teatro si può...", permessi grazie al contributo del BIM della Valle Maira e dell' Unione Montana della Valle Stura.

Il primo laboratorio, già partito in febbraio, ha visto l'intervento della specialista Silvia Vercellino, che ha gestito significative sedute di musicoterapia, con giochi e attività attraverso il corpo, la voce e la musica, favorendo comunicazione, motricità, espressione e relazione.

I docenti hanno poi attivato momenti di riflessione e attività giocosa, sviluppatisi attraverso l'approfondimento del testo I colori delle emozioni, di Anna Ileans.

Svariate sono state le attività proposte, da quelle specifiche sulla drammatizzazione ai giochi di gestualità e improvvisazione: lezioni piene di creatività e fantasia, che hanno promosso lo sviluppo delle capacità di espressione, individuali e di gruppo, attivando la spontaneità e la socializzazione.

In entrambi i percorsi dell'ampio progetto sulle emozioni, i docenti hanno beneficiato di una fase formativa preparatoria, sperimentando in prima persona situazioni di espressività e di coinvolgimento emozionale che si sono rivelate profonde e portatrici di benessere, ma anche apprendendo strategie utili a progettare nel tempo nuovi e continui percorsi, per favorire nei bambini la conoscenza del sé interiore, il rispetto verso l'altro e la voglia di stare insieme.

1 2

2 2

3

 
Pronti... via! Stampa E-mail
Scritto da Simone Mandrile   
Venerdì 18 Maggio 2018 16:51

Medaglia d'argento per gli allievi della Scuola Secondaria di primo grado di Cervasca alla manifestazione "Pronti...via!"

Martedì 8 maggio, gruppi di alunni della Scuola Secondaria di primo grado di Cervasca, classi I, II, III A, e II C, hanno partecipato alla 19^ edizione del "Pronti... via!" di Cuneo, tradizionale manifestazione sportiva progettata dal MIUR e resa possibile grazie alla professionalità del Coordinatore dell'Ufficio Educazione Fisica Prof. Marcello Strizzi.

Le squadre, composte da studenti diversamente abili affiancati da alcuni compagni di classe, sono state ospitate nell'ampio e attrezzato Campo di Atletica "Walter Merlo", dove hanno vissuto intense e dinamiche situazioni motorie, affrontando insieme un susseguirsi di gare: il percorso ad ostacoli, la staffetta e il lancio del vortex.

A conquistare il miglior risultato sono stati gli allievi Gabriele Audisio, Flavio Mandrile e Claren Medaglia (classe III A), che si sono classificati secondi, meritando la medaglia d'argento.

Un successo significativo, condiviso gioiosamente con gli altri partecipanti presenti, che ha sottolineato la forza e la determinazione delle "diverse abilità" di ognuno e l'importanza dell'aiuto e dell'unione per il raggiungimento di uno scopo comune.

Tutti gli alunni si sono distinti per l'impegno e per il forte coinvolgimento con cui hanno partecipato all'evento, e, indipendentemente dal risultato finale, tutti sono risultati vittoriosi per la vitalità, lo spirito di gruppo e la voglia di stare insieme, vivendo momenti di benessere psicofisico e realizzando situazioni di amicizia e di autentico sport inclusivo.

Congratulazioni vivissime alla squadra vincente, ma anche agli altri valorosi partecipanti: Alessandro Marretta, Alexandra Bivolaru, Giulia Musso, Isabel Giraudo, Jessica Ribero, Karen Belfiore, Miriam Putignano, Nicolò Sorbera e Stefano D'Amato.

1 2

aa

 


Pagina 1 di 29
Tot. visite contenuti : 90723

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperene di più sui cookies che utilizziamo e come cancellarli clicca qui: privacy policy.

Accetto cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information